Trizio Consulting

I soviet. Cos’erano e come sono nati

I soviet. Cos’erano e come sono nati

Legio X Equestris

Il soviet, era la principale unità di governo nell’Unione delle Repubbliche socialiste sovietiche e svolgeva ufficialmente funzioni sia legislative che esecutive a livello di sindacati, repubblica, provincia, città, distretto e villaggio.

Etimologia di Soviet

“Soviet” deriva da una parola russa che significa consiglio, assemblea, armonia o concordia, e tutto deriva in definitiva dalla radice verbale proto-slava di *vět-iti “informare”, correlata allo slavo “věst”.

La parola “sovietnik” significa consigliere.

Un certo numero di organizzazioni in russo erano chiamate “consiglio”. Ad esempio, nella Russia imperiale, il Consiglio di Stato, che ha funzionato dal 1810 al 1917, era indicato come Consiglio dei ministri.

Il primo Soviet

Il soviet apparve per la prima volta durante i disordini di San Pietroburgo del 1905, quando i rappresentanti dei lavoratori in sciopero che agivano sotto la guida socialista formarono il soviet dei deputati dei lavoratori per coordinare le attività rivoluzionarie. Poco prima dell’abdicazione dello zar Nicola II nel marzo 1917 e della creazione di un governo provvisorio, i leader socialisti istituirono il Soviet di Pietrogrado dei deputati operai e soldati, composto da un deputato ogni 1.000 operai e uno per ogni compagnia militare.

La maggioranza dei 2.500 deputati erano membri del Partito Socialista Rivoluzionario, che affermavano di rappresentare gli interessi contadini. Questo Soviet di Pietrogrado si ergeva come un “secondo governo” di fronte al governo provvisorio e spesso sfidava l’autorità di quest’ultimo. I soviet sorsero in città e paesi in tutto l’impero russo. Gran parte della loro autorità e della legittimità agli occhi del pubblico provenivano dal ruolo dei soviet come accurati riflettori della volontà popolare. I delegati non avevano termini di mandato prestabiliti e le frequenti elezioni suppletive offrivano ampie opportunità per un rapido esercizio di influenza da parte degli elettori.

Il congresso dei Soviet

Nel giugno 1917 il primo Congresso panrusso dei Soviet, composto da delegazioni dei soviet locali, si riunì a Pietrogrado (ora San Pietroburgo). Elesse un comitato esecutivo centrale in sessione permanente, con il presidium di questo comitato a capo del congresso. Il secondo congresso si riunì subito dopo che la fazione radicale bolscevica del Soviet di Pietrogrado, avendo ottenuto la maggioranza in questo corpo, aveva architettato il rovesciamento del governo provvisorio da parte delle guardie rosse e di alcune truppe di supporto. Per protestare contro questo colpo di stato, la rivoluzione russa dell’ottobre 1917, la maggior parte dei membri non bolscevichi del congresso se ne andò, lasciando il controllo ai bolscevichi. Fu istituito un Consiglio dei commissari del popolo tutto bolscevico. I soviet di tutto l’impero assunsero il potere locale, anche se i bolscevichi impiegarono del tempo per raggiungere una posizione dominante in ogni soviet.

Al quinto Congresso panrusso dei Soviet, nel 1918, fu redatta una costituzione che istituiva il soviet come unità formale del governo locale e regionale ed eleggeva il Congresso panrusso dei Soviet come il più alto organo dello stato. Successivamente, la costituzione del 1936 prevedeva l’elezione diretta di un Soviet Supremo bicamerale, il Soviet dell’Unione, in cui l’appartenenza era basata sulla popolazione locale, e il Soviet delle Nazionalità, in cui i membri erano eletti su base regionale. Nominalmente, i deputati e i presidenti dei soviet a tutti i livelli erano eletti dalla cittadinanza, ma in queste elezioni c’era un solo candidato per ogni carica e la selezione dei candidati era controllata dal Partito Comunista.

Giorgio Muscas

Giorgio Muscas

Esperto in criptovalute mi dedico all'economia e alla politica. Il giornalismo è la mia vera passione


Tag assegnati a questo articolo:
Russia

Articoli correlati

Tiberio e Germanico. Un confronto tra le imprese di due grandi generali

Non vi è dubbio che Tiberio Giulio Cesare Augusto e Germanico Giulio Cesare siano stati due tra i più grandi

La supremazia di Roma ha ucciso le culture preesistenti?

La supremazia di Roma, le sue conquiste ma anche la distruzione delle città di Cartagine e di Corinto, ha provocato un tracollo culturale?

Chen Du Xiu: il fondatore del partito comunista cinese, prima di Mao

La storia della Cina moderna nell’immaginario collettivo appare indissolubilmente legata alla figura del “Grande timoniere” Mao Zedong come artefice della